DAITARN 3 TORNA IN DVD

DAITARN 3 TORNA IN DVD

Sono tornati i super robot! Da un po’ di tempo, dopo che Yamato Video ha acquisito i diritti dei robot creati da Go Nagai come Goldrake, Mazinga e Jeeg, le serie robotiche sembrano essere tornate di moda. Per raggiungere il grosso pubblico, Yamato Video ha stretto un’alleanza con il Corriere della Sera, e ha pubblicato i suoi Dvd in edicola (nulla si sa ancora su eventuali uscite in “cofanetto”).

Esauriti i più famosi robot di Nagai, è arrivato il momento dei capolavori robotici della casa di produzione Sunrise. Il primo a tornare è il più famoso: Daitarn 3. La sigla di Daitarn 3, considerata bellissima da tutti i vecchi appassionati, è opera di Vince Tempera e Luigi Albertelli (gli stessi autori di quella di Goldrake). Mentre la sigla di Goldrake è abbastanza generica, quella di Daitarn è attinente ai contenuti della serie: “Noi siamo un trio all’erta e pieni di brio” (il protagonista Haran Banjo forma un trio con le belle Beauty e Reika), “seguiam la scia se un meganoide ci spia” (i meganoidi sono i cyborg creati dal professor Haran Sozo).

Qual è la storia di Daitarn 3? All’inizio del XXI secolo, strani avvenimenti e sparizioni misteriose di persone iniziano ad accadere sulla Terra. Dietro ci sono i meganoidi, cyborg creati sul pianeta Marte dal professor Haran Sozo e sfuggiti al suo controllo.

A capo dei meganoidi c’è il malvagio Don Zauker (Don Zauser in Giappone), e Koros, sua sacerdotessa e interprete: un algido cyborg femminile. Le ambizioni dei meganoidi sono schiavizzare l’umanità e trasformare i “migliori” (non tutti, come si capiva dal vecchio doppiaggio) esseri umani in meganoidi.

I meganoidi hanno creato le macchine della morte, specie di astronavi-robot, spesso dotate di immense mani, che consentono ai comandanti meganoidi di trasformarsi in megaborg. L’unica arma in grado di fermarli è, ovviamente, Daitarn 3, robot a energia solare (o anche “Daitarn 3, l’invincibile uomo d’acciaio”), comandato da Haran Banjo, il figlio del professor Sozo.

daitarn_3_by_enricogalli

Insieme ad Haran Bajo c’è il maggiordomo tuttofare Garrison Tokida e Beauty Tachibana, bellissima bionda figlia di un ex-socio di Sozo. Inoltre l’ex agente dell’Interpol Reika Sanjo e il ragazzino Toppy. Riuscirà Daitarn 3 a sventare il folle piano di Koros, che vorrebbe distruggere la Terra in una collisione con Marte?

Daitarn 3 ha avuto due doppiaggi: il primo fu mandato in onda per la prima volta nel 1980, a cura della Itb. Nel 2000, tuttavia, la Dynamic Italia (poi Dynit) creò una nuova edizione in Vhs, dal titolo L’Imbattibile Daitarn 3 Deluxe Edition, nuovo doppiaggio, molto più fedele, ma meno “sanguigno”.

Daitarn3_gallery_030

Haran Banjo in posa “bondiana” tra Beauty e Reika, le sue assistenti mozzafiato

Daitarn 3 viene riproposto a partire dal 31 agosto per 10 settimane, al prezzo iniziale di 4,99 euro più il prezzo del quotidiano (Corriere della Sera). Dalla seconda uscita, che comprenderà un cofanetto raccoglitore, gli allegati costeranno 9,99 euro più il prezzo del quotidiano. Ogni Dvd conterrà 4 episodi.

“Ed ora, con l’aiuto del sole, vincerò!”: Daitarn 3 aveva capito l’importanza dell’energia alternativa. Sarà per questo che è ancora attuale?

1 commento

  1. […] di dramma e tensione. C’è poco da dire: Daitarn III era, ed è tuttora, una grande serie (siamo d’accordo fratello, […]

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati con *

Dichiaro di aver letto l'Informativa Privacy resa ai sensi del D.lgs 196/2003 e del GDPR 679/2016 e acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità espresse nella stessa e di avere almeno 16 anni. Tutti i dati saranno trattati con riservatezza e non divulgati a terzi. Potrò revocare il mio consenso in qualsiasi momento, integralmente o parzialmente, con effetto futuro, ed esercitare i miei diritti mediante notifica a a info@giornalepop.it

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*