Natura

FERMIAMO I GABBIANI CHE CI INVADONO

FERMIAMO I GABBIANI CHE CI INVADONO

I gabbiani reali sono uccelli acquatici di grandi dimensioni. Fino agli anni settanta vivevano vicino al mare o alla foce dei fiumi, insieme ai gabbiani comuni e ad altre specie acquatiche. Oggi regnano incontrastati vicino alle coste e sono risaliti verso l’interno. Hanno occupato i cieli delle nostre città dove contendono gli spazi e il cibo ai gabbiani comuni, ai piccioni e agli altri ucc... »

IL VULCANO HA IL FUOCO NELLE VENE

IL VULCANO HA IL FUOCO NELLE VENE

Il fuoco proveniente dal ventre di un vulcano veniva ritenuto nell’antichità la manifestazione delle divinità sotterranee. Gli antichi credevano che sottoterra si celassero le forze profonde che generavano la vita e potevano dare la morte. L’uomo ha sempre sentito il fascino del fuoco prodotto dalle misteriose profondità dei vulcani. Secondo i greci il fuoco fu un dono di Prometeo agli... »

XYLELLA FASTIDIOSA: L’INARRESTABILE KILLER DEGLI ULIVI

XYLELLA FASTIDIOSA: L’INARRESTABILE KILLER DEGLI ULIVI

Nel Salento, la zona nel sud della Puglia bagnata dal mare Adriatico e dallo Ionio, gli alberi di olivo cominciarono a seccare velocemente nel 2013. Tutta la penisola salentina è coltivata ad ulivi e vigneti. Ci sono molti ulivi ultra centenari. I loro tronchi contorti testimoniano la lotta perenne contro il vento. Il legame dell’uomo con questi monumenti viventi è molto forte, anche perché ... »

LE API STANNO PER ESTINGUERSI A CAUSA NOSTRA

LE API STANNO PER ESTINGUERSI A CAUSA NOSTRA

“Quando scompariranno le api, all’umanità resteranno quattro anni di vita“. Albert Einstein Se sparissero le api e gli altri insetti impollinatori, comprese le farfalle, come primo risultato nei negozi di frutta e verdura avremmo gli scaffali vuoti. Risultato che investirebbe anche la produzione di latte, quindi via anche i banchi di latte, yogurt e formaggio. Perché le api, ma a... »

L’AEROPORTO È UN’ARCA DI NOÈ

L’AEROPORTO È UN’ARCA DI NOÈ

La recingono, la delimitano, la difendono: sono muri, cancelli, reticolati disposti attorno all’area aeroportuale per proteggerla dalle incursioni esterne. Le norme di sicurezza ne precisano il tipo, ne indicano la funzione primaria, che è sostanzialmente quella di isolare l’aeroporto dal resto del mondo. E il resto del mondo vuol dire anche gli animali. Poiché gli spazi immediatamente dietro i re... »

VIAGGIARE FA BENE ALL’INTELLIGENZA

VIAGGIARE FA BENE ALL’INTELLIGENZA

L’intelligenza in parte è innata, in parte no. Chi ama viaggiare lo fa per cercare esperienze nuove, per provare sensazioni che interrompano la monotonia del vivere quotidiano. Mentre rientriamo dall’ultimo viaggio pensiamo alle emozioni provate, alle cose che non abbiamo ancora visto e che vorremmo vedere. La soddisfazione che abbiamo provato nei viaggi precedenti è la conferma che la... »

GLI ULTIMI CACCIATORI DI ORCHIDEE

GLI ULTIMI CACCIATORI DI ORCHIDEE

Le orchidee sono state oggetto di una caccia senza tregua perché erano molto rare e costose. Oggi molte sono prodotte dai coltivatori. Però chi è affetto da “orchidelirium”, cioè da una brama smodata di possedere orchidee rare, desidera procurarsele nel loro ambiente naturale. La legislazione proibisce la loro esportazione in quasi tutto il mondo. Nonostante ciò, i nativi di solito le ... »

grifone e corvo

DIARIO DI BORDO DI UN GRIFONE

Il primo ad avere il Gps è stato Helmar. Helmar in ricordo di Helmar Schenk, l’uomo dei grifoni, che ci studiò e poi insegnò agli uomini il rispetto per la nostra specie. Ci siamo ridotti a un centinaio e viviamo qui, in Sardegna, tra Bosa e Alghero, dove abbiamo i nostri nidi, i nostri compagni, la nostra vita e la nostra morte. L’uomo crede di uccidere solo i cinghiali, le volpi o i cani inselva... »

JIRO YAMAMOTO, IL GIAPPONESE INNAMORATO DELLE ORCHIDEE

JIRO YAMAMOTO, IL GIAPPONESE INNAMORATO DELLE ORCHIDEE

Jiro Yamamoto uno dei maggiori ibridatori di orchidee del mondo. Fin dall’inizio della sua attività professionale si era riproposto di commercializzare le orchidee nei paesi occidentali e di migliorarne la qualità con la creazione di nuovi ibridi. Yamamoto ha coltivato quattromila varietà di orchidea. Nella lista della British Royal Horticultural Society, dove tutti i tipi di orchidea sono r... »

I KILLER DI GERANI PORTATI DAL CAMBIAMENTO CLIMATICO

I KILLER DI GERANI PORTATI DAL CAMBIAMENTO CLIMATICO

Vasi fittamente fioriti di gerani per tutta l’estate non se ne vedono più se non in montagna. Come mai? Cerchiamo di scoprirne il motivo. Il singolo geranio non è una pianta di eccezionale bellezza, ma produce una massa di fiori che si rinnova continuamente creando un effetto estetico notevole anche per i colori vivaci. Inoltre sono facili da coltivare e sopportano condizioni di esposizione ... »

IL BOSCO VERTICALE MILANESE DIVENTA UNA FORESTA IN CINA

IL BOSCO VERTICALE MILANESE DIVENTA UNA FORESTA IN CINA

Il bosco verticale è costituito da due grattacieli con le facciate coperte di alberi, progettato dallo studio Boeri e inaugurato nel 2014. I grattacieli sono situati nel centro direzionale di Milano, ai margini del quartiere Isola. Sono alti rispettivamente 111,15 e 78 metri per 26 e 18 piani. Fanno parte del progetto Porta Nuova, nato per ricucire i cantieri di Porta Nuova, Porta Garibaldi e Isol... »

UN BLOB INTELLIGENTE

UN BLOB INTELLIGENTE

Vive nel sottobosco da centinaia di milioni di anni. Non è un animale, né una pianta, né un fungo. Si tratta invece di un “blob”, un organismo unicellulare del diametro di una decina di centimetri chiamato Physarum polycephalum. Questo “cosino”, per quanto sprovvisto di cervello o sistema nervoso, è capace di apprendere dalle proprie esperienze e, quel che è più sorprendent... »

QUANDO IL VESUVIO ESPLODERÀ

QUANDO IL VESUVIO ESPLODERÀ

Il Vesuvio esploderà. Rassegnatevi: Il terremoto è solo una delle catastrofi naturali che possono colpire l’Italia. L’Italia è un paese ancora attivo dal punto di vista vulcanologico. Sebbene non siano pochi coloro che considerano spenti i nostri vulcani, tuttavia essi non mancano, periodicamente, di attirare l’attenzione con manifestazioni più o meno evidenti e macroscopiche. Il... »