Storia

CRAVERI FAVOLISTA DELL’ORRORE

CRAVERI FAVOLISTA DELL’ORRORE

Per inarrestabile curiosità, oggi, giorno di tempesta mentale agitatrice della mia piatta esistenza, ho fatto il confronto pagina per pagina con la la storia raccolta in albo de “La polvere del Pirimpimpin” del grande Sebastiano Craveri, uscita a fine 1942, e quella pubblicata precedentemente a puntate dal settimanale “Il Vittorioso” a partire dal mese di luglio 1941, prima quindi dell... »

LA PRIMA GUERRA MONDIALE NEL NOSTRO LINGUAGGIO QUOTIDIANO

LA PRIMA GUERRA MONDIALE NEL NOSTRO LINGUAGGIO QUOTIDIANO

La Prima guerra mondiale, ancora oggi conosciuta come la Grande Guerra, ha lasciato in eredità numerose conseguenze che hanno interessato ambiti differenti, condizionando la vita di milioni di persone. Al termine di questo conflitto, che si protrasse dal 1914 al 1918, l’Europa cambiò completamente volto. Vennero, per esempio, spazzati via l’impero austro-ungarico, quello russo e quello ottomano. F... »

IL FILONAZISMO DI TINTIN

IL FILONAZISMO DI TINTIN

Tintin, durante l'occupazione tedesca, è stato trasformato in un personaggio con venature antisemite: ecco le vignette che lo dimostrano. »

NUOVE TENDENZE: IL VAJAZZLING SUL PUBE DEPILATO

NUOVE TENDENZE: IL VAJAZZLING SUL PUBE DEPILATO

Un corpo femminile morbido e privo di peli è considerato particolarmente desiderabile. Per questo le modelle della pubblicità sono liscie e depilate. Le donne hanno sempre considerato imbarazzante la presenza dei peli sul corpo, soprattutto sul viso perché barba e baffi sono attributi maschili. Anche i maschi a volte si sono depilati. Gli antichi Egizi si radevano e si epilavano, cioè si strappava... »

QUANDO HA FATTO LA GUERRA TEX WILLER?

QUANDO HA FATTO LA GUERRA TEX WILLER?

Nelle storie di Tex Willer risulta chiaro che l’ambientazione avviene dopo la Guerra di secessione americana (1861-1865). Lo stesso Kit Willer, figlio di Tex e dell’indiana Lylith, è nato dopo la guerra che vide gli stati industriali del Nord combattere quelli agricoli del Sud resisi indipendenti. Nei numeri 113, 114, 115 e nei numeri 298, 299 di Tex ci vengono presentate due belle sto... »

QUANDO È NATO IL FUMETTO NON SI SA

QUANDO È NATO IL FUMETTO NON SI SA

Un fumetto, per essere definito tale, deve rappresentare un’azione in una sequenza di vignette e deve essere fornito di dialoghi all’interno delle nuvolette. Da secoli abbiamo esempi separati con l’uno o l’altro elemento, ma solo in tempi relativamente recenti questi si sono saldati dando vita, appunto, al fumetto. Vediamo come sono andate le cose. Gli illustratori si sono spesso serviti, al... »

L’INCONTRO SEGRETO TRA WALT DISNEY E BENITO MUSSOLINI

L’INCONTRO SEGRETO TRA WALT DISNEY E BENITO MUSSOLINI

Nel 1935 Walt Disney fece un viaggio in Europa, incontrando gli editori locali delle sue creazioni. Venne anche in Italia, per definire il passaggio dei diritti di stampa dei suoi personaggi dall’editore fiorentino Nerbini al milanese Mondadori. Walt Disney incontrò anche Benito Mussolini? Una prima risposta ci viene data dall’intervista che Romano Mussolini rilasciò alla rivista “If” ... »

PIPPO CONTRO HITLER: LA VERSIONE INTEGRALE DEL FUMETTO DI JACOVITTI

PIPPO CONTRO HITLER: LA VERSIONE INTEGRALE DEL FUMETTO DI JACOVITTI

Un improbabile aspirante jacovittomane, mi guarda supplichevole e chiede: “Ma Jacovitti, nel mese di marzo 1945, e precisamente il giorno 31, si trovava a Roma per partecipare insieme a Zaccaria Negroni, Dino Bertolotti, Natale  Bertocco, Alberto Perrini e altri  ancora, a una riunione per definire come e cosa pubblicare nel futuro giornale cattolico dedicato agli universitari che avrebbe dovuto i... »

CROCIFISSIONI, TORTURE E ROGHI DI STREGHE

CROCIFISSIONI, TORTURE E ROGHI DI STREGHE

Crocifissioni   L’imperatore Augusto aveva tenuto per sé la carica di pontefice, che dai romani veniva identificata come la massima autorità religiosa. Fare e tenere in ordine i ponti era considerato un atto di misericordia per i viaggiatori: in questo modo, aveva sancito l’unione fra potere politico e potere religioso. Fino ad Augusto, infatti, i consoli si erano ben guardati dal pretendere... »

BATTLEFIELD 1: LA PRIMA GUERRA MONDIALE È UN GIOCO

BATTLEFIELD 1: LA PRIMA GUERRA MONDIALE È UN GIOCO

Gli youtuber Gabbodsquared, JustRohn, Mikeshowsha e IlVostrocaroDexter hanno realizzato una versione "real life" del nuovo videogame bellico Battlefield 1 »

QUEI 18 MORTI ALLO STADIO DI BASTIA

QUEI 18 MORTI ALLO STADIO DI BASTIA

Era svizzero, professore assistente di tedesco, e proveniva dal F.C. Barcellona. Si chiamava Hans Ruesh. Nel 1905, con l’ausilio di alcuni alunni del liceo in cui insegnava, fondò lo Sporting Club di Bastia. In origine lo S.C.B. era una società polisportiva che comprendeva, oltre al calcio, l’atletica, il sollevamento pesi, la boxe e la lotta. I suoi membri si allenavano in una sala situata nel me... »

FRINE, LA BELLISSIMA “ESCORT” DELL’ANTICA GRECIA PROCESSATA NUDA

FRINE, LA BELLISSIMA “ESCORT” DELL’ANTICA GRECIA PROCESSATA NUDA

La storia dell’arte si basa anche su opere che pur non essendo dei grandi capolavori rubano l’attenzione dell’osservatore. È il caso del dipinto del francese Jean-Léon Gérome, che nel 1861 non mancò di suscitare un certo scandalo per la solare nudità della protagonista, negli ambienti artistici della Parigi dell’epoca (oggi è conservato nel Museo Hamburger Kunsthalle di Amburgo). La tela raffigura... »

IL CIELO SOPRA LA DALMAZIA: LA JUGOSLAVIA E LA SECONDA GUERRA MONDIALE

IL CIELO SOPRA LA DALMAZIA: LA JUGOSLAVIA E LA SECONDA GUERRA MONDIALE

Il cielo sopra la Dalmazia è un romanzo storico in cui l'autore, Dražan Gunjača, racconda le vicende della Jugoslavia durante la Seconda guerra mondiale e l'invasione nazifascista attraverso la prospettiva di due fratelli gemelli che combatteranno su fronti opposti. »

QUANDO I ROMANI INVENTARONO LA CENSURA

QUANDO I ROMANI INVENTARONO LA CENSURA

La censura, cioè il controllo e la repressione di ciò che gli uomini pensano, fanno ed esprimono per iscritto o con disegni, pitture e poesia, è vecchia come il mondo. Ma l’istituzione della censura come magistratura ci arriva dai romani che hanno anche inventato la parola. Anche cesoia deriva da censura perché il censore tagliava le frange troppo lussuose degli abiti e gli ornamenti disdicevoli r... »

SUPERMAN CATTURA HITLER E STALIN

SUPERMAN CATTURA HITLER E STALIN

D’accordo, nell’illustrazione c’è l’imperatore giapponese Hiro Hito: quando uscì l’albo di Superman con questa copertina gli Stati Uniti erano già entrati in guerra. Come vedremo, Stalin viene catturato prima. Creato dallo sceneggiatore Jerry Siegel e dal disegnatore Joe Shuster, Superman venne pubblicato per la prima volta nel 1938 dalla casa editrice che prenderà il... »

GINO BOCCASILE, IL PIÙ GRANDE ILLUSTRATORE ITALIANO AL SERVIZIO DELLE SS

GINO BOCCASILE, IL PIÙ GRANDE ILLUSTRATORE ITALIANO AL SERVIZIO DELLE SS

Un “negraccio” cinge i fianchi della Venere di Milo: la candida statua rappresenta una indifesa donna italiana. “I tedeschi lo costringevano a disegnare i manifesti per la Repubblica di Salò con i mitra puntati addosso”: questa è l’ingenua ricostruzione che mi dava un mio compagno di scuola nipote del grande illustratore Gino Boccasile (1901-1952). In realtà, Boccasile face... »

DYLAN DOG SMASCHERA (DAVVERO) JACK LO SQUARTATORE

DYLAN DOG SMASCHERA (DAVVERO) JACK LO SQUARTATORE

Il primo numero di Dylan Dog, uscito nel 1986, mi era sembrato troppo artefatto, troppo costruito. La passione per il personaggio è scattata dal secondo episodio, dove lo stile brillante di Tiziano Sclavi si coniuga perfettamente con i suoi incubi. Purtroppo i personaggi odierni di Bonelli sono molto tristi, per niente divertenti. E ogni nuovo che esce è più triste ancora. Vogliamo ancora personag... »

LA MINIERA BELGA CHE HA DIVORATO GLI ITALIANI

LA MINIERA BELGA CHE HA DIVORATO GLI ITALIANI

L’8 agosto sono trascorsi sessant’anni dalla tragedia di Marcinelle, cittadina del Belgio in cui nel 1956 morirono 262 minatori di varie nazionalità, tra cui 136 italiani, in seguito a un incendio verificatosi a oltre un chilometro di profondità. Le indagini stabilirono che alcuni cavi elettrici furono tranciati da un carrello in risalita, posizionato male, che provocarono una scintilla elet... »

L’ESTETICA NAZISTA

L’ESTETICA NAZISTA

La grafica, le divise militari, i manifesti di propaganda e il resto dell'immaginario nazista derivano in gran parte dall'arte che Hitler aveva bollato come "degenerata". »

COME SI REALIZZA UN GIORNALE GIAPPONESE

COME SI REALIZZA UN GIORNALE GIAPPONESE

Riporto alla luce un articolo del 1925 scritto dal grande intellettuale Toddi, nel quale si spiega come veniva pubblicato un quotidiano giapponese. Si tratta di un piccolo frammento di storia asiatica, visto con gli occhi di chi in Giappone ci ha abitato imparandone a conoscere gli usi e i costumi e, non ultimo, la lingua stessa. Ed è anche l’occasione per ricordare una personalità ingiustam... »

I COMPLOTTISTI PREFERISCONO NON RAGIONARE

I COMPLOTTISTI PREFERISCONO NON RAGIONARE

Utilizzata per costruire consenso, l’idea di un complotto riscuote successo perché semplifica la realtà. Ma non è senza rischi. Dai Protocolli al Piano Kalergi: dinamiche ed evoluzione della logica complottista. Il cospirazionismo attribuisce la causa ultima di un evento o di una catena di eventi (politici, sociali o naturali) a un complotto. Il complottismo si riferisce a un’ampia serie di ... »