Racconti

L’ULTIMO MURO

L’ULTIMO MURO

Un racconto di Heiko H. Caimi che parla di sport, di superamento dei propri limiti e di fatali fallimenti. »

FETTINE DI TEMPO

FETTINE DI TEMPO

Il signor Biagio, della “Fratelli Calò – Vini di Puglia”, guardò per l’ennesima volta l’orologio. Le 19:05. Contò attentamente per sapere a che ore corrispondessero. – Che strano modo di contare le ore – disse tra sé. Lui aveva sempre usato un orologio da taschino che a guardarlo vedevi proprio passare il tempo. Le lancette che giravano ti sembravano dei coltelli che, ogni minuto, tagl... »

MARESCIALLO TINTI – RAPINA AL SUPERMARKET

MARESCIALLO TINTI – RAPINA AL SUPERMARKET

1. La cassiera del piccolo supermarket sbadiglia. La mattinata è stata frenetica. Come tutti i venerdì dei mesi estivi, c’è stato un vero e proprio assalto. La gente cerca di fare acquisti prima del sabato in modo da poter trascorrere al mare l’intero week end. Nel tardo pomeriggio, alla chiusura degli uffici, ci sarà il secondo assalto, ancora più frenetico. E il sabato arriveranno quelli che, pe... »

GLI ULTIMI DONI DI NATALE DEGLI EROI DEI FUMETTI

GLI ULTIMI DONI DI NATALE DEGLI EROI DEI FUMETTI

Il vecchio sovrano si lasciò andare all’onda malinconica dei ricordi. D’improvviso si rivide bambino al fianco della regina madre, mentre negli sfarzosi saloni della reggia si celebrava la cerimonia di Natale. La fila sembrava interminabile, infinite persone convenivano in quella sala da ogni parte del mondo. C’erano uomini avvolti nei loro mantelli al punto da confondersi con le ombre nel palazzo... »

I RACCONTI DELLE FATE

I RACCONTI DELLE FATE

Carlo Lorenzini, il mitico autore dell’intramontabile Pinocchio, che a oggi è stato pubblicato in circa 187 edizioni e tradotto in 260 lingue o dialetti, fece il suo esordio nella letteratura per l’infanzia con I racconti delle fate. Un giorno, circa sei anni prima di scrivere Pinocchio, l’editore Paggi di Firenze chiama Collodi e gli propone l’incarico di tradurre dal fran... »

IL MIO NOME È OMEGA

IL MIO NOME È OMEGA

“Omega the Unknown”, l’uomo che cadde sulla Terra, nasce nel 1976 dalla penna di Steve Gerber e Mary Skrenes. La serie, pubblicata dalla Marvel Comics, dura solo dieci numeri. In Italia, viene inserita nella collana “Gli Eterni” dell’Editoriale Corno, nel 1978. Questo racconto è un omaggio in chiave rivisitata. Il mio nome è Omega. Più precisamente Omega lo Scon... »

L’AMORE HA MILLE COLORI, MA NON QUELLO DEL SANGUE

L’AMORE HA MILLE COLORI, MA NON QUELLO DEL SANGUE

Il mio nome è Irina, sono nata il 23 marzo dell’86 e sono colpevole. La colpevolezza si è acquattata nelle mie membra nove anni fa, crescente e perpetua, silente e letale, dissimulata in impercettibili sprazzi d’amore. La mia esistenza procedeva modesta quando Carlo ne è entrato a far parte. Le sue attenzioni amorevoli mi sottraevano alla pesantezza dei giorni, mi rubava dal mondo, mi racchiudeva ... »

GREEN DAY – BLACK NIGHT – RED END

GREEN DAY – BLACK NIGHT – RED END

Una recensione? Un racconto? Un delirio senza senso? Un mix di tutte e tre… “Uot du iu cam from?” abbozzo alla tipa, nel mio inglisc da De Agostini Basic Level. “America” fa lei succhiandosi con la cannuccia il buco del culo del terzo Mojito della serata. “Ah America… iu now tats America mi sta (hau iu sei “MI STA'”?!)… sul cazzo… o... »

RACCONTI DI CENTO PAROLE: SARÒ BREVE…

RACCONTI DI CENTO PAROLE: SARÒ BREVE…

Il termine drabble è usato in fanfiction per indicare un testo narrativo di cento parole esatte (cioè il drabble per eccellenza). In generale il numero può variare dalle novanta alle cento, a seconda dei limiti che ci si dà. In altre parole, il drabble è un racconto brevissimo entro il quale l’autore deve riuscire a narrare una storia compiuta, nonostante il limite imposto dall’esiguo numero... »

ISTANTANEA DI UN POMERIGGIO D’ESTATE

ISTANTANEA DI UN POMERIGGIO D’ESTATE

Le osservo da mezz’ora, nascosto dietro il cespuglio. Stavo passeggiando – non sono un voyeur, volevo solo rilassarmi un po’, il mio obiettivo era segare quel loop in cui sono finito da giorni – e poi alzo lo sguardo e le vedo avvicinarsi lentamente nel sottobosco. Mi fermo incerto sul da farsi. Tornare indietro? Non so perché, ma sono rimasto lì impietrito, come mi capita troppo spesso negl... »

RICORDI DI GIOVENTÙ

RICORDI DI GIOVENTÙ

RACCONTO EROTICO VIETATO AI MINORI Eravamo andati al Vesuvio con due ragazze conosciute da poco, io ed Eduardo. Arrivati in una delle tante piazzole, posteggiammo la macchina e dopo qualche convenevole Eduardo si allontanò con una delle due. Cercai, come mi capitava in quel periodo, un facile approccio ma, dopo i primi scambi, lei mi disse che era una di quelle giornate segnate con il rosso. Indis... »