Dibattito

FACEBOOK CONTRO LA MARVEL

FACEBOOK CONTRO LA MARVEL

Facebook è decisamente uno strano posto. Nel vasto e variegato mondo che ruota intorno ai gruppi dedicati ai fumetti, si è affermata una corrente di pensiero che tende a denigrare tutto ciò che in qualche modo è legato ai “supereroi”. In particolare, gli strali di questi lettori vengono scagliati contro la Marvel, meno contro la Dc Comics solo perché questo marchio non gode di grandissima popolari... »

I LUOGHI DEL DEGRADO E DELL’INCIVILTÀ

I LUOGHI DEL DEGRADO E DELL’INCIVILTÀ

Delle piazze e di certe vie cittadine, i giorni dopo la movida, o il più recente botellón, già sapevamo. Immaginiamo solo lo stupore, ogni volta rinnovato, dell’operatore ecologico davanti all’ennesima distesa di carta da pizza, fazzoletti, cicche di sigarette, lattine e bottiglie di birra o altre bevande più o meno alcoliche.  Sapevamo pure della mondezza che si accumula nei parcheggi, negl... »

MINACCE PER UN ARTICOLO DI “GIORNALE POP”

MINACCE PER UN ARTICOLO DI “GIORNALE POP”

“Occhio al cortile di casa, questa notte…”. L’articolo sull’Eternauta (http://www.giornalepop.it/eternauta-e-un-errore/) ha scatenato le ire di alcuni lettori in uno dei tre gruppi di Facebook nel quale era stato postato, tanto che sono state fatte delle, non tanto velate, minacce all’autore. Sembra quindi opportuno spiegare la situazione argentina e la posizione di Héctor Oester... »

RESPINTA LA NOMINA DELLA PRIMA PREMIER DI FEDE MUSULMANA

RESPINTA LA NOMINA DELLA PRIMA PREMIER DI FEDE MUSULMANA

Gli attentati che hanno insanguinato l’Europa negli ultimi mesi hanno determinato reazioni a livello militare, politico e istituzionale. La diffidenza verso la cultura islamica si riscontra in tanti episodi che non mancano di suscitare dibattiti e dividere gli animi. L’ultimo in ordine di tempo è avvenuto in Romania. Nel più popoloso paese balcanico, il Presidente della repubblica, il liberale Kla... »

COSA RIMANE DI MOEBIUS, IL DISEGNATORE CHE DOVEVA RIVOLUZIONARE IL FUMETTO

COSA RIMANE DI MOEBIUS, IL DISEGNATORE CHE DOVEVA RIVOLUZIONARE IL FUMETTO

Chi c’era, non può non ricordare l’eccitazione scatenata nella seconda metà degli anni settanta dalle opere rivoluzionarie di Moebius, l’autore francese che teorizzava la realizzazione di storie “a forma d’elefante, di campo di grano o di fiammella di cerino”, pubblicate dalla rivista francese “Metal Hurlant” e in Italia da “Alter Alter”. L’operazione compiuta da Jean... »

SESSO E VIOLENZA: QUANTI PREGIUDIZI SUI VIDEOGIOCHI

SESSO E VIOLENZA: QUANTI PREGIUDIZI SUI VIDEOGIOCHI

I videogiochi violenti sono un tema caldo fin da quando i primi pixel rossi sono sgorgati da un personaggio virtuale, molto tempo fa. Eppure, dopo anni di interrogazioni parlamentari, psicologi, giornalisti a caccia di scoop e associazioni dei genitori, ancora non si è capito come mai non ci siamo tutti trasformati in assassini seriali dopo aver strappato una spina dorsale in Mortal Kombat. Se da ... »

BIBBIAMICA – IL BOTTINO ERA DI 675.000 PECORE, 72.000 BUOI, 61.000 ASINI E 32.000 PERSONE

BIBBIAMICA – IL BOTTINO ERA DI 675.000 PECORE, 72.000 BUOI, 61.000 ASINI E 32.000 PERSONE

[25] Il Signore ordinò a Mosè: [26]« Tu, il sacerdote Eleazaro e i capi dei casati della comunità fate il computo della preda che è stata fatta, in persone o animali: [27] dividerai a metà la preda tra chi ha preso parte alla guerra e tutta la comunità. [28] Preleverai come contributo per il Signore l’uno per cinquecento delle persone, buoi, asini e pecore che spettano ai soldati che sono andati i... »

BIBBIAMICA – ORA UCCIDETE OGNI MASCHIO TRA I BAMBINI E OGNI DONNA CHE SI SIA UNITA CON UOMO

BIBBIAMICA – ORA UCCIDETE OGNI MASCHIO TRA I BAMBINI E OGNI DONNA CHE SI SIA UNITA CON UOMO

[14] Mosè si adirò contro i comandanti dell’esercito, capi delle migliaia e capi delle centinaia, che tornavano da quella spedizione di guerra. [15] Mosè disse loro: «Avete lasciato in vita tutte le femmine? [16] Furono esse, per suggerimento di Balaam, a stornare dal Signore i figli d’Israele nella vicenda di Peor e ad attirare il flagello sulla comunità del Signore. [17] Ora uccidete ogni maschi... »

DYLAN DOG TRA GUELFI E GHIBELLINI DEL WEB

DYLAN DOG TRA GUELFI E GHIBELLINI DEL WEB

La galassia di Facebook è davvero un brutto posto in cui vivere e i mondi popolati da lettori di fumetti sono i peggiori di tutti. Potremmo definire in questo modo quello che è l’andazzo sul principale “social” del pianeta Terra. Da qualche tempo si è scatenata l’ennesima polemica che ha coinvolto i lettori italiani in una guerra senza esclusione di colpi tra conservatori e sperimentalisti. La pie... »

LA RISPOSTA PROVOCATORIA DI MANARA NON VIENE PERDONATA DALLE AMERICANE

LA RISPOSTA PROVOCATORIA DI MANARA NON VIENE PERDONATA DALLE AMERICANE

Molti di voi saranno a conoscenza della vicenda che, nel 2014, ha deteriorato i rapporti tra uno dei più grandi disegnatori europei, Milo Manara, e la casa editrice americana Marvel. A Manara viene chiesto di realizzare le variant cover di alcuni personaggi femminili della Marvel, tra cui quella dell’albo di Spider-Woman. La copertina di Manara raffigura la sinuosa Donna Ragno mentre scavalc... »

L’AMORE HA MILLE COLORI, MA NON QUELLO DEL SANGUE

L’AMORE HA MILLE COLORI, MA NON QUELLO DEL SANGUE

Il mio nome è Irina, sono nata il 23 marzo dell’86 e sono colpevole. La colpevolezza si è acquattata nelle mie membra nove anni fa, crescente e perpetua, silente e letale, dissimulata in impercettibili sprazzi d’amore. La mia esistenza procedeva modesta quando Carlo ne è entrato a far parte. Le sue attenzioni amorevoli mi sottraevano alla pesantezza dei giorni, mi rubava dal mondo, mi racchiudeva ... »

BIBBIAMICA – PRESERO TUTTO IL BOTTINO E LA PREDA, GENTE E ANIMALI

BIBBIAMICA – PRESERO TUTTO IL BOTTINO E LA PREDA, GENTE E ANIMALI

[7] Mossero contro Madian, come il Signore aveva ordinato a Mosè, e uccisero tutti i maschi. [8] Tra i caduti uccisero anche i cinque re di Madian: Evi, Rekem, Sur, Ur, Reba, e uccisero con la spada Balaam, figlio di Beor. [9] Poi i figli d’Israele fecero schiave le donne di Madian e i loro bambini; fecero razzia dei loro animali, dei loro greggi e di ogni loro bene. [10] Incendiarono le città dov... »

BIBBIAMICA – VI PUNIRÒ CON IL TERRORE, LA CONSUNZIONE E LA FEBBRE CHE CONSUMANO GLI OCCHI E TOLGONO IL RESPIRO

BIBBIAMICA – VI PUNIRÒ CON IL TERRORE, LA CONSUNZIONE E LA FEBBRE CHE CONSUMANO GLI OCCHI E TOLGONO IL RESPIRO

[12] Camminerò in mezzo a voi e sarò il vostro Dio e voi sarete il mio popolo. [13] Io sono il Signore Dio vostro, che vi ho fatto uscire dalla terra d’Egitto, dalla condizione di schiavi; ho spezzato le sbarre del vostro giogo e vi ho fatto camminare a testa alta. [14] Ma se non mi ascolterete e non metterete in pratica tutte queste norme, [15] se disprezzerete le mie leggi e rigetterete i miei p... »

GOLDEN GATE BRIDGE: IL PONTE DEI SUICIDI

GOLDEN GATE BRIDGE: IL PONTE DEI SUICIDI

“Quando ho staccato le mani dalla balaustra, ho percepito subito un senso di consapevolezza che stavo commettendo una follia. Stavo ponendo fine alla mia vita”. Questa frase è stata pronunciata sessanta giorni dopo il tentato suicidio di un ragazzo australiano di 27 anni: una delle molte persone che hanno cercato di togliersi la vita recandosi in un luogo ben preciso come se fossero ri... »

PAPA PIO XIII, LA TRADIZIONE È GIOVANE E HA LA FACCIA DI JUDE LAW

PAPA PIO XIII, LA TRADIZIONE È GIOVANE E HA LA FACCIA DI JUDE LAW

La premessa d’obbligo è che stiamo commentando una serie TV e non un’enciclica pontificia. In “The young Pope” di Paolo Sorrentino, Jude Law, Diane Keaton e Silvio Orlando in stato di grazia (chissà se divina?) danno corpo rispettivamente a Lenny Belardo (l’immaginario papa Pio XIII), suor Mary e il cardinale Voiello, mentre Sorrentino, avendo a disposizione i tempi lunghi della ... »

ZAGOR INCONTRA DYLAN DOG TRA LE POLEMICHE

ZAGOR INCONTRA DYLAN DOG TRA LE POLEMICHE

Tiziano Sclavi, l’autore di Dylan Dog, al suo esordio alla casa editrice Bonelli, allora conosciuta come Daim Press e con altre sigle, ha scritto molte storie di personaggi classici come Zagor e Mister No. Lo sceneggiatore di Broni conosceva molto bene Zagor: numerosi sono, nelle sue storie, i riferimenti a classici come “L’avvoltoio”, “Il re delle aquile”, R... »

LA STANZA DEL BUCO

LA STANZA DEL BUCO

E se ci si potrà “bucare” in tutta sicurezza, magari supervisionati da una equipe medica? Succede in Francia, all’ospedale Lariboisière, nel quartiere parigino Gare du Nord, tra i più colpiti dal fenomeno della tossicodipendenza. In quella che sarà la prima “salle do shoot” (stanza del buco) ufficiale del Paese, per i prossimi sei anni prenderà avvio un progetto sperimentale che consentirà ai toss... »

ANORMALITÀ

ANORMALITÀ

Quando vivi in un paese anormale, ti basta guidare per sentirti speciale. Te lo devi ricordare, di non essere speciale. Quando metti la freccia e la cintura di sicurezza; ogni volta che cerchi un parcheggio, magari a pagamento, pur di non lasciare la macchina in doppia fila o in un posteggio riservato; quando rispetti le rotonde, cedi il passo ai pedoni, rispetti i ciclisti e lasci la macchina vic... »

L’OPINIONE: BETTARINI, BERGOGLIO E IL SESSO

L’OPINIONE: BETTARINI, BERGOGLIO E IL SESSO

Un sabato italiano con il Papa e Bettarini a reti quasi unificate su sesso e famiglia non me l’aspettavo. Eppure la settimana dell’informazione italiana si è conclusa con due esternazioni altrettanto dirompenti in tema di famiglia e sesso: le parole del Papa di ritorno dal Caucaso con cui condanna la teoria del gender (e invita ad “accogliere” i gay) e quelle dell’ex sampdoria, ex marito di Simona... »

ORA GIORNALE POP ESCE IL MARTEDÌ E IL SABATO

ORA GIORNALE POP ESCE IL MARTEDÌ E IL SABATO

GIORNALE POP viene realizzato da poche persone, per questo motivo cerchiamo nuovi collaboratori che ci diano una mano (anche blogger con un archivio da sfruttare). Aspettando che arrivino, abbiamo deciso che GIORNALE POP diventerà bisettimanale: questo vuol dire che uscirà due volte la settimana. Fermo restando che in seguito potrà anche diventare settimanale o, se arriveranno nuovi collaboratori,... »

SEI ANCHE TU UN HIKIKOMORI?

SEI ANCHE TU UN HIKIKOMORI?

Si dice “hikikomori”, ma non ci si riferisce a un manga. E neppure a qualche fantasiosa pratica erotica. Piuttosto, questa parola giapponese si utilizza per quei giovani che decidono di rinchiudersi volontariamente dentro la propria stanza, rifiutando ogni contatto con il mondo esterno, per mesi o addirittura anni. Solo in Giappone si calcola che il fenomeno interessi quasi mezzo milione di giovan... »

“BUONI TEMPO” PER BAMBINI

“BUONI TEMPO” PER BAMBINI

E così ora si regalano i buoni tempo ai propri figli. Bene, bene… L’idea è di una mamma di Bergamo, tale Lorena, che per il nono compleanno del suo pargolo ha deciso di realizzare una serie di “buoni”, in ognuno dei quali è descritta una attività da svolgere insieme. Ovviamente ha pubblicato tutto sul profilo Facebook e in breve l’iniziativa è diventata “virale” su ogni sorta di social... »

VADE RETRO CROCIFISSO

VADE RETRO CROCIFISSO

L’ennesima polemica è servita. La giornalista Marina Nalesso ha condotto il TG1 con il crocifisso al collo provocando nervosismo nel popolo del web che “s’indigna, si commuove o si scatena” sul caso umano del momento e può toccare a Tiziana Cantone o a Diletta Leotta, per restare ai casi recenti, di subire sacrileghe offese postume l’una o sprezzanti commenti bestiali... »

IL REFERENDUM IN UNGHERIA CONTRO I MIGRANTI RISCHIA DI FARE SALTARE L’EUROPA

IL REFERENDUM IN UNGHERIA CONTRO I MIGRANTI RISCHIA DI FARE SALTARE L’EUROPA

La questione dei migranti, da emergenza umanitaria, si è trasformata in un punto di attrito nell’Unione Europea. Nella gestione delle migliaia di persone che ogni giorno sbarcano in cerca di un futuro migliore, l’Europa appare divisa e disorientata. Con i nervi a fior di pelle. Solo pochi giorni fa il premier Renzi ha nuovamente strigliato gli altri stati europei, accusandoli di lasciare sola l’It... »

LO SCORRETTISSIMO DONALD TRUMP VICINO ALLA VITTORIA

LO SCORRETTISSIMO DONALD TRUMP VICINO ALLA VITTORIA

La campagna elettorale che Donald Trump ha impostato per diventare presidente degli Stati Uniti d’America non è certamente all’insegna del politicamente corretto. I suoi avversari lo accusano di un eccesso di aggressività e di populismo, cui il tycoon ricorrerebbe per stare sempre sotto i riflettori con l’unico fine di far parlare di sé. I suoi anatemi hanno colpito un po’ tutti. I messicani, a vo... »

BIBBIAMICA – BRUCIARONO LA CITTÀ E TUTTO QUELLO CHE VI ERA

BIBBIAMICA – BRUCIARONO LA CITTÀ E TUTTO QUELLO CHE VI ERA

[24] Bruciarono quindi la città e tutto quello che vi era , eccetto l’argento e l’oro e gli oggetti di bronzo e di ferro, che furono deposti nel tesoro della casa del Signore. [25] Giosuè però lasciò in vita Raab, la prostituta, tutta la sua parentela e quanto le apparteneva, ed essa abita in mezzo ad Israele fino ad oggi, perché aveva nascosto gli esploratori che Giosuè aveva mandato a Gerico. [2... »

L’OPINIONE: SIAMO TUTTI TIZIANA E SIAMO TUTTI ASSASSINI

L’OPINIONE: SIAMO TUTTI TIZIANA E SIAMO TUTTI ASSASSINI

Tiziana Cantone suicida per un video hard. Una storia di masochismo nascosto, esibizionismo, voyeurismo, individualismo spietato, recita e fede nel miracolo. »

L’ASSURDA RIVOLUZIONE DELLA MARVEL ALL’INSEGNA DEL POLITICAMENTE CORRETTO

L’ASSURDA RIVOLUZIONE DELLA MARVEL ALL’INSEGNA DEL POLITICAMENTE CORRETTO

Invece di creare supereroi delle minoranze etniche, di sesso femminile o gay, la Marvel ha iniziato a stravolgere quelli classici, cioè le colonne della continuity, in nome del politically correct. »

“STAI FACENDO UN VIDEO? BRAVO!”, IL WEB LA UMILIA E LEI SI SUICIDA

“STAI FACENDO UN VIDEO? BRAVO!”, IL WEB LA UMILIA E LEI SI SUICIDA

Tiziana Cantone si è suicidata. "Bravo" al web che ha messo alla gogna la ragazza napoletana. Ha fatto il giro del web e così dalla morte social è passata alla morte sociale. »

MARIEKE SHOCK: “CORRO ALLE PARALIMPIADI E POI MI UCCIDO”

MARIEKE SHOCK: “CORRO ALLE PARALIMPIADI E POI MI UCCIDO”

“Vinco l’oro e poi mi uccido”. Con questa frase agghiacciante l’atleta paralimpica belga Marieke Vervoort ha scosso l’opinione pubblica, toccando il tema dell’eutanasia. Già vincitrice di due medaglie ai giochi di Londra, Marieke ha deciso di riprovarci a Rio de Janeiro nei 100 e nei 400 metri, nonostante il sensibile peggioramento della malattia degenerativa ch... »

CHI HA PAURA DELLE LEGGI SULLA PROSTITUZIONE?

CHI HA PAURA DELLE LEGGI SULLA PROSTITUZIONE?

Il fenomeno della prostituzione in Italia è in continua crescita. Nel 2014, uno studio da parte delle associazioni del volontariato rivelò che il numero delle prostitute sul territorio italiano andava da 60.000 a 120.000 donne. Nel 2005, un altro studio ne aveva contate “solo” 45.000. È in aumento il numero di donne italiane che si prostituisce, perché in tempi di crisi molte madri non... »

SE QUEI MURI POTESSERO PARLARE

SE QUEI MURI POTESSERO PARLARE

– Voglio mamma! Il piccolo avrà avuto al massimo quattro anni ma i suoi occhi, neri e luminosi, svelavano una maturità precoce, si dimenava per svincolarsi dalla mano di suo padre e rincorrere un’automobile in partenza. – Sei ‘no stronzo, devi anna’ a fanculo! E stanotte te manno a dormi’ co’ nonna! Il padre rispondeva con una voce cavernosa ma infantile. ... »

LA GRAN BRETAGNA ESCE CALPESTANDO I PIEDI ALL’EUROPA

LA GRAN BRETAGNA ESCE CALPESTANDO I PIEDI ALL’EUROPA

La premier britannica Theresa May ha ribadito, senza mezzi termini, l’impegno a ridurre gli ingressi degli immigrati dell’Unione Europea nel Regno Unito dopo la Brexit. Lo mettono in rilievo sulle prime pagine diversi giornali all’indomani della riunione di governo ai Chequers, la residenza di campagna del primo ministro. Il controllo dei confini deve avvenire, nelle intenzioni d... »

SIAE, LA MUSICA CHE CONTA È OLTRE IL MONOPOLIO

SIAE, LA MUSICA CHE CONTA È OLTRE IL MONOPOLIO

Il pesce puzza sempre dalla testa. Non vuole essere un incipit a effetto come nel pezzo di Michele Monina, ma forse l’ultima battuta alle sue considerazioni che rafforzano le tesi assolutamente condivise di Piero Negri sulle motivazioni da addurre al decadimento della musica pop italiana. È troppo semplice puntare il dito dritto al petto della televisione come alle major discografiche: sono ... »

L’INFORMAZIONE DIVENTA SPETTACOLO

L’INFORMAZIONE DIVENTA SPETTACOLO

GIORNALE POP è il nuovo quotidiano web che racconta il mondo riconoscendo l’importanza e lo spessore della cultura popolare. O almeno, della sua parte migliore. Invece dei soliti giochetti dei partiti politici, GIORNALE POP presenta articoli con informazioni utili e articoli sulla cultura pop: dalla musica al cinema, dalla tv ai videogiochi. Non ci limitiamo a parlarne: GIORNALE POP pubblica... »