I CARATTERISTI DELLA COMMEDIA SEXY

I CARATTERISTI DELLA COMMEDIA SEXY

Jimmy il Fenomeno

(1932, Lucera – 2018, Milano)


Quello di Luigi Origene Soffrano, alias Jimmy il Fenomeno, scomparso il 6 agosto, non è probabilmente un nome che gode della massima popolarità. Magari lo spettatore meno attento non se lo ricorderà, eppure chissà quante volte avrà visto il suo volto inconfondibile in un film comico o in una commedia sexy.
Nato nel 1933 a Lucera, in provincia di Foggia, più che un fenomeno è stata una vera e propria leggenda del cinema popolare italiano. Si dice che registi e produttori lo scegliessero perché “portava fortuna”. La sua fama è legata soprattutto alla comicità (apparve anche nello show di Antonio Ricci “Drive-In”) e, appunto, alla commedia scollacciata. Ma lo ritroviamo anche in film di altro genere: thriller (“La morte non ha sesso”, del 1968, di Massimo Dallamano) e polizieschi (“Colpo in canna”, del 1975, di Fernando di Leo e “La banda del Gobbo”, del 1977, di Umberto Lenzi). Spesso la scena in cui compare risulta, guarda caso, tra le più divertenti del film.

Nel film di Nando Cicero La soldatessa alle grandi manovre (1978) è uno dei pazienti del capitano Gianfranco D’Angelo.

In L’infermiera di notte (1979, Mariano Laurenti) interpreta un postino duro di comprendonio.

Assolutamente spassoso nel ruolo del Commendatore che vuole esprimere la propria riconoscenza al dottor Busatti (Gianfranco Barra) che lo ha operato con successo in L’insegnante viene a casa (1978, Michele Massimo Tarantini).

Filmografia parziale di Jimmy il Fenomeno

Acapulco, prima spiaggia… a sinistra (1983)
Giovani, belle… probabilmente ricche (1982)
Si ringrazia la regione Puglia per averci fornito i milanesi (1982)
Quella peste di Pierina (1982)
Mia moglie torna a scuola (1981)
Pierino il fichissimo (1981)
La settimana al mare (1981)
La settimana bianca (1981)
L’infermiera nella corsia dei militari (1980)
La ripetente fa l’occhietto al preside (1980)
Dove vai se il vizietto non ce l’hai? (1979)
L’infermiera di notte (1979)
L’insegnante al mare con tutta la classe (1979)
La liceale seduce i professori (1979)
Scusi, lei è normale? (1979)
La poliziotta della squadra del buoncostume (1979)
Incontri molto ravvicinati del quarto tipo (1978)
L’insegnante viene a casa (1978)
La liceale nella classe dei ripetenti (1978)
La soldatessa alle grandi manovre (1978)
L’insegnante va in collegio (1978)
C’è una spia nel mio letto (1976)
La dottoressa del distretto militare (1976)
Scandalo in famiglia (1976)
La poliziotta fa carriera (1975)
Sesso in testa (1974)

Altri caratteristi hanno dato un contributo considerevole a numerose pellicole del cinema comico scollacciato.

Marisa Merlini

(1923, Roma – 2008, Roma)

Una figura titanica del cinema italiano, spesso protagonista di commedie a fianco di grandissimi attori. Esordì con un piccolo ruolo nel film “Stasera niente di nuovo”, diretto da Mario Mattoli nel 1942. La ricordiamo in parti da donna bella e affascinante in “L’imperatore di Capri” (1950) e “Pane, amore e fantasia” (1953) di Luigi Comencini, “Destinazione Piovarolo” (1955) di Domenico Paolella. E poi moglie di Alberto Sordi in “Il vigile” (1961) di Luigi Zampa e nel western di Sergio Corbucci “Il grande silenzio” (1968). Negli ultimi anni è apparsa in molte fiction e film per la tv.

Filmografia parziale di Marisa Merlini

Il tifoso, l’arbitro e il calciatore (1983)
Cornetti alla crema (1981)
Mia moglie torna a scuola (1981)
L’onorevole con l’amante sotto il letto (1981)
Pierino contro tutti (1981)
La moglie in vacanza… l’amante in città (1980)
Una bella governante di colore (1976)
Le impiegate stradali – Batton Story (1976)
Stangata in famiglia (1976)
La dolci zie (1975)
Non commettere atti impuri (1971)

Giacomo Rizzo

(1939, Napoli)

Con quella faccia buffa, asimmetrica, non poteva che diventare un bravissimo caratterista, oltre che naturalmente un ottimo attore di teatro. Lanciato nel cinema da Pier Paolo Pasolini in “Il Decameron” (1970), lo ricordiamo accanto a Nino Manfredi in “Pane e cioccolata” (1973, di Franco Brusati) e in film diversissimi come “Cosa è successo tra tuo padre e mia madre” (1972, di Billy Wilder), “Superuomini, superdonne, superbotte” (1975, di Alfonso Brescia), “Il commissario Verrazzano” (1979, di Franco Prosperi) e, recentemente, in “Aitanic” (2000, di Nino D’Angelo), “L’amico di famiglia” (2006, Paolo Sorrentino) e “Benvenuti al Sud” (2010, Luca Miniero).

Filmografia parziale di Giacomo Rizzo

Pierino la peste alla riscossa (1982)
La maestra di sci (1981)
Perché non facciamo l’amore? (1981)
La poliziotta a New York (1981)
La poliziotta della squadra del buoncostume (1979)
Taxi Girl (1977)
La vergine, il toro e il capricorno (1977)
Il letto in piazza (1976)
La professoressa di scienze naturali (1976)
L’educanda (1975)
L’erotomane (1974)
Bella, ricca, lieve difetto fisico cerca anima gemella (1973)
Il maschio ruspante (1972)
I racconti di Viterbury – Le più allegre storie del ‘300 (1973)
Storie scellerate (1973)
Beffe, licenze et amori del Decamerone segreto (1972)
Le notti peccaminose di Pietro l’Aretino (1972)
Le mille e una notte all’italiana (1972)
Il Decamerone proibito – le altre novelle del Boccaccio (1972)
Il Decameron (1970)

Nino Terzo

(1923, Palermo – 2005, Napoli)

Caratterista indimenticabile, divenuto famoso con i suoi ruoli da balbuziente (ma nella realtà non lo è). Nino (Antonino) Terzo ha fatto molti film con Totò (“I due colonnelli”, del 1962, e “Totò contro i quattro”, del 1963; entrambi diretti da Steno) e soprattutto con Franco Franchi e Ciccio Ingrassia (su tutti “I due sergenti del generale Custer” e “Due mafiosi contro Goldginger”, diretti nel 1965 da Giorgio Simonelli). Lo ricordiamo anche in “I clowns” (1970) e “Roma” (1972) di Federico Fellini e in “Nuovo Cinema Paradiso” (1988), di Giuseppe Tornatore.

Filmografia parziale di Nino Terzo

Paulo Roberto Cotechiño centravanti di sfondamento (1983)
Che casino… con Pierino! (1982)
Giovani, belle… probabilmente ricche (1982)
La sai l’ultima su … i matti? (1982)
L’assistente sociale tutto pepe (1981)
Pierino il fichissimo (1981)
Chiamate 6969: taxi per signora (1981)
La dottoressa di campagna (1981)
Pierino messo comunale … praticamente spione/ L’infermiera di campagna (1978)
La soldatessa alle grandi manovre (1978)
La soldatessa alla visita militare (1977)
La dottoressa del distretto militare (1976)
La figliastra (1977)
San Pasquale Baylonne protettore delle donne (1976)
Bella, ricca, lieve difetto fisico cerca anima gemella (1973)

Enzo Andronico

(1930, Palermo – 2003, Roma)


Per tutti gli anni sessanta fu la spalla preferita di Franco Franchi e Ciccio Ingrassia. Dove c’erano i due grandi comici, c’era anche lui. Esordì però nientemeno che con Federico Fellini (“I vitelloni”, del 1953). Ma ha frequentato anche il thriller (“Raptus”, del 1969, di Marino Girolami, e “Sette orchidee macchiate di rosso”, del 1972, di Umberto Lenzi), il poliziesco (“Squadra volante”, del 1974, di Stelvio Massi) e molti altri generi. Tra gli ultimi film ricordiamo “I cavalieri che fecero l’impresa”, del 2001, di Pupi Avati.

Filmografia parziale di Enzo Andronico

Paulo Roberto Cotechiño centravanti di sfondamento (1983)
Margot, la pupa della villa accanto (1983)
La sai l’ultima su… i matti? (1982)
Pierino la peste alla riscossa (1982)
W la Foca (1982)
Quella peste di Pierina (1982)
Mia moglie torna a scuola (1981)
L’onorevole con l’amante sotto il letto (1981)
Pierino il fichissimo (1981)
La poliziotta a New York (1981)
La dottoressa di campagna (1981)
Chiamate 6969: taxi per signora (1981)
L’infermiera nella corsia dei militari (1981)
La dottoressa ci sta col colonnello (1980)
Scusi, lei è normale? (1979)
La campagnola bella (1976)
La dottoressa sotto il lenzuolo (1976)
Ecco lingua d’argento (1976)
Una vergine in famiglia (1975)
Il vizio di famiglia (1975)
Innocenza e turbamento (1974)
La signora gioca bene a scopa? (1974)
La vedova inconsolabile ringrazia quanti la consolarono (1974)
Decameron proibitissimo – Boccaccio mio statte zitto… (1972)

Gigi Ballista

(1918, Firenze – 1980, Roma)


Attore di raffinata bravura, capace di conferire spessore e umanità a qualsiasi personaggio, Luigi (Gigi) Ballista esordì nel cinema con il film di Nanni Loy “Un giorno da leoni” (1961). Memorabili poi le sue interpretazioni in “Signore & signori” (1965, di Pietro Germi), “Il fischio al naso” (1967, di Ugo Tognazzi), “Roma bene” (1971, di Carlo Lizzani), “Stavisky il grande truffatore” (1974, di Alain Resnais) e “La donna della domenica” (1976, di Luigi Comencini).

Filmografia parziale di Gigi Ballista

L’assistente sociale tutto pepe (1981)
Liquirizia (1979)
La compagna di banco (1977)
Cassiodoro il più duro del pretorio (1976)
La dottoressa sotto il lenzuolo (1976)
La poliziotta fa carriera (1975)
Il vizio di famiglia (1975)
Fischia il sesso (1974)
Sesso in testa (1974)
La signora gioca bene a scopa? (1974)
Brigitte, Laura, Ursula, Monica, Raquel, Litz, Florinda, Barbara,
Claudia, e Sofia le chiamo tutte… anima mia (1974)
Giovannona coscialunga, disonorata con onore (1973)
La signora è stata violentata (1973)
Finalmente… le mille e una notte (1972)
Non commettere atti impuri (1971)

Gianfranco Barra

(1940, Roma)


Caratterista della più bell’acqua, Barra proviene da una gloriosa famiglia di attori napoletani e ha sempre alternato teatro, cinema e televisione. Tra i suoi tanti personaggi cinematografici ricordiamo quelli di “Pane e cioccolata” (1973) di Franco Brusati e di “Doppio delitto” (1977) di Steno, dove duetta mirabilmente con Marcello Mastroianni.

Filmografia parziale di Gianfranco Barra

Il tifoso, l’arbitro e il calciatore (1983)
Giggi il bullo (1982)
Giovani, belle… probabilmente ricche (1982)
Pierino colpisce ancora (1982)
Buona come il pane (1981)
Zucchero, miele e peperoncino (1980)
Letti selvaggi (1979)
La poliziotta della squadra del buoncostume (1979)
L’insegnante viene a casa (1978)
La vergine, il toro e il capricorno (1977)
La professoressa di scienze naturali (1976)
Spogliamoci così senza pudor (1976)

Francesca Romana Coluzzi

(1943, Tirana – Albania, 2009, Roma)


Dopo essere stata cascatrice professionista, Francesca Romana Coluzzi ottiene il suo primo ruolo di una certa importanza nel film di Pietro Germi “Serafino” (1968). Tra i tanti suoi film ricordiamo “Io non vedo, tu non parli, lui non sente” (1971, di Mario Camerini), “La mala ordina” (1972, di Fernando di Leo), “L’amante dell’Orsa Maggiore” (1972, di Florestano Vancini), “Il padrone e l’operaio” (1975, di Steno), “Yado” (1985, di Richard Fleischer) e “Banzai” 1997, di Carlo Vanzina).

Filmografia parziale di Francesca Romana Coluzzi

Quella peste di Pierina (1982)
Pierino contro tutti (1981)
La settimana al mare (1981)
L’infermiera di notte (1979)
L’insegnante al mare con tutta la classe (1979)
Lady Football (1979)
L’insegnante balla… con tutta la classe (1978)
La compagna di banco (1977)
Occhio alla vedova! (1976)
La portiera nuda (1976)
L’insegnante (1975)
Peccato senza malizia (1975)
Il Cav. Costante Nicosia demoniaco, ovvero Dracula in Brianza (1975)
La cugina (1974)
Giovannona coscialunga, disonorata con onore (1973)
Ingrid sulla strada (1973)
Il maschio ruspante (1973)

Vincenzo Crocitti

(1949, Roma – 2010, Roma)

La grande occasione gli viene offerta da Mario Monicelli con il film “Un borghese piccolo piccolo”, del 1977, in cui dimostra il proprio talento accanto a uno straordinario Alberto Sordi. Ma Crocitti aveva già un buon curriculum alle spalle: esordio nel 1967 con “Nel sole” di Ettore M. Fizzarrotti e ruoli importanti in “Romanzo popolare” (1974, sempre di Monicelli) e “Squadra antiscippo” (1976, di Bruno Corbucci). Altri suoi film sono “Avere vent’anni” (1978, di Fernando di Leo), “Rag. Arturo De Fanti, bancario precario” (1979, di Luciano Salce) e “Attila flagello di Dio” (1982, di Castellano e Pipolo). Negli ultimi anni lo si è visto in varie fiction, tra cui “Un medico in famiglia”.

Filmografia parziale di Vincenzo Crocitti

Carabinieri si nasce (1985)
Pierino contro tutti (1981)
Pierino il fichissimo (1981)
La settimana al mare (1981)
La settimana bianca (1981)
Una vacanza del cactus (1981)
Ciao cialtroni! (1980)
C’è un fantasma nel mio letto (1980)
Midnight Blue (1980)
Baila guapa (1979)
Tesoro mio (1979)
La supplente va in città (1979)
La febbre americana (1978)
L’affittacamere (1976)
La ragazza alla pari (1976)
La sculacciata (1974)
I sette magnifici cornuti (1974)
Giovannona coscialunga, disonorata con onore (1973)

Franco Diogene

(1947, Catania – 2005, Genova)


Uno dei grassi doc del cinema italiano, tanto che in “Taxi girl” gli fanno addirittura imitare la voce di Oliver Hardy. Attivo sia nella commedia (l’esordio cinematografico avviene nel film “Teresa la ladra”, diretto da Carlo Di Palma nel 1973) che in altri generi, dal poliziesco (“Gardenia – il giustiziere della mala” del 1979, di Domenico Paolella, e “Killer vs. Killers” del 1984, di Fernando di Leo) al thriller (“La sindrome di Stendhal” del 1996, di Dario Argento) all’horror (il film per la tv di Lucio Fulci “La dolce casa degli orrori”, del 1989). Lo ricordiamo anche in “Il nome della rosa” (1986) di Jean-Jacques Annaud, “Il grande blu” (1988) di Luc Besson e divorato dalla piovra gigantesca in “Tentacoli” (1977) di Ovidio Assonitis.

Filmografia parziale di Franco Diogene

Il lupo di mare (1987)
Stesso mare, stessa spiaggia (1983)
Attenti a quei P2 (1982)
Giovani, belle… probabilmente ricche (1982)
Il viziaccio (1980)
L’insegnante al mare con tutta la classe (1979)
Sabato, domenica e venerdì (1979)
La poliziotta della squadra del buoncostume (1979)
Taxi Girl (1977)
Cuginetta… amore mio! (1976)
40 gradi all’ombra del lenzuolo (1976)
La collegiale (1975)
La liceale (1975)

Michele Gammino

(1941, Roma)


Specializzato in ruoli di meridionale seduttore, geloso, asfissiante e destinato ad andare in bianco, Gammino ha esordito nel 1971 con il film di Nanni Loy “Detenuto in attesa di giudizio”. Tra i suoi film non scollacciati ricordiamo “Confessione di un commissario di polizia al procuratore della Repubblica” (del 1971, di Damiano Damiani), “Il rompiballe” (del 1974, di Edouard Molinaro) e “La polizia accusa: il servizio segreto uccide” (del 1975, di Sergio Martino). È stato presentatore televisivo e soprattutto ottimo doppiatore. Attualmente si occupa della direzione del doppiaggio.

Filmografia parziale di Michele Gammino

Giovani, belle … probabilmente ricche (1982)
Pierino contro tutti (1981)
La soldatessa alle grandi manovre (1978)
Taxi Girl (1977)
La vergine, il toro e il capricorno (1977)
La soldatessa alla visita militare (1977)
Classe mista (1976)
La professoressa di scienze naturali (1976)
La moglie vergine (1975)
La poliziotta fa carriera (1975)

Riccardo Garrone

(1926, Roma – 2016, Milano)


Ottimo attore dalla filmografia sterminata, capace di passare dal cinema d’autore alla commedia scollacciata senza snobismi, esordì nel 1949 con “Adamo ed Eva” di Mario Mattoli. Il suo fisico prestante gli fece ottenere ruoli da duro e da seduttore. Tra i grandi titoli della sua carriera ricordiamo “Il ferroviere” (1956, di Pietro Germi), “La dolce vita” (1960, di Federico Fellini), “La ragazza con la valigia” (1960, di Valerio Zurlini), “Il vigile” (1961, di Luigi Zampa), “Caccia all’uomo” (1961, di Riccardo Freda), “Eva” (1962, di Joseph Losey), “Bello, onesto, emigrato Australia sposerebbe compaesana illibata” (1972, di Luigi Zampa) e “Il medaglione insanguinato” (1975, di Massimo Dallamano). Negli ultimi anni anche per lui tante fiction (tra cui la prima serie di “Un medico in famiglia”) e il film di Giorgio Panariello “Al momento giusto” (2000). L’altro suo titolo come regista è “La mafia mi fa un baffo”, del 1974.

Filmografia parziale di Riccardo Garrone

Ricchi, ricchissimi, praticamente in mutande (1982)
La vergine, il toro e il capricorno (1977)
La campagnola bella (1976)
Peccatori di provincia (1976)
La sposina (1976)
La poliziotta fa carriera (1975)
La commessa (1975)*
Giovannona coscialunga, disonorata con onore (1973)
Maria Rosa la guardona (1973)
La Bella Antonia, prima monica e poi dimonia (1972)
Decameron proibitissimo – Boccaccio mio statte zitto… (1972)
Decameroticus (1972)
Mazzabubù … quante corna stanno quaggiù? (1971)

Enzo Robutti

(1933, Bologna)


Diplomato alla scuola del Piccolo Teatro di Milano, nella sua filmografia spicca la partecipazione al film di Francis Coppola “Il padrino – Parte III”, del 1990.

Filmografia parziale di Enzo Robutti

Vigili e vigilesse (1982)
Pierino colpisce ancora (1982)
Pierino la peste alla riscossa (1982)
Mia moglie torna a scuola (1981)
Pierino contro tutti (1981)
Zucchero, miele e peperoncino (1980)
Mogliamante (1977)
Dimmi che fai tutto per me (1976)
Conviene far bene l’amore (1975)
Amore mio non farmi male (1974)
La signora gioca bene a scopa? (1974)
La signora è stata violentata (1973)
Il Decameron No. 3 – Le più belle donne del Boccaccio (1972)

Carlo Sposito

(1924, Palermo – 1984, Roma)


Dopo aver iniziato la carriera artistica nel teatro di rivista, Carlo (o Carletto) Sposito comincia a lavorare nel cinema nel dopoguerra, con registi come Luigi Zampa, Luciano Emmer, Riccardo Freda e Giuseppe De Santis.

Filmografia parziale di Carlo Sposito

L’infermiera nella corsia dei militari (1980)
La ripetente fa l’occhietto al preside (1980)
La liceale seduce i professori (1979)
L’insegnante viene a casa (1978)
La liceale nella classe dei ripetenti (1978)
L’insegnante va in collegio (1978)
Cugine mie (1978)
La pretora (1976)
La prima notte del dottor Danieli, industriale col complesso del… giocattolo (1970)

Adriana Facchetti

(1921, Desenzano del Garda – 1993, Roma)


Nella sua lunga carriera Adriana Facchetti ha recitato accanto a Totò, Franchi e Ingrassia ed è stata diretta da Federico Fellini in “Intervista” (1987).

Filmografia parziale di Adriana Facchetti

Giovani, belle… probabilmente ricche (1982)
Pierino la peste alla riscossa (1982)
Quella peste di Pierina (1982)
L’insegnante viene a casa (1978)
Taxi Girl (1977)
La vergine, il toro e il capricorno (1977)
La professoressa di scienze naturali (1976)
La signora gioca bene a scopa? (1974)
Bella, ricca, lieve difetto fisico cerca anima gemella (1973)
Giovannona coscialunga, disonorata con onore (1973)
Decameron proibitissimo – Boccaccio mio statte zitto… (1972)

Ermelinda De Felice

(1915, Roma – 1981, Roma)


Non solo la commedia sexy nel curriculum di Ermelinda De Felice, ma anche, tra gli altri, “La donna scimmia” (1964, Marco Ferreri), “Serafino” (1968, Pietro Germi) e “Così dolce… così perversa” (1969, Umberto Lenzi).

Filmografia parziale di Ermelinda De Felice

L’infermiera nella corsia dei militari (1980)
La ripetente fa l’occhietto al preside (1980)
L’infermiera di notte (1979)
La liceale seduce i professori (1979)
La compagna di banco (1977)
Il gatto mammone (1975)
Quel gran pezzo della Ubalda tutta nuda e tutta calda (1973)

Lucio Montanaro

(1951, Martina Franca)


La sua carriera è quasi tutta all’insegna del cinema comico e della commedia sexy, anche se ha esordito con un piccolo ruolo in “Giubbe rosse” (1975), di Joe D’Amato.

Filmografia parziale di Lucio Montanaro

Il tifoso, l’arbitro e il calciatore (1983)
Giovani, belle… probabilmente ricche (1982)
Quella peste di Pierina (1982)
I carabbinieri (1981)
La settimana al mare (1981)
La dottoressa preferisce i marinai (1981)
Tutta da scoprire (1981)
L’infermiera nella corsia dei militari (1980)
La liceale al mare con l’amica di papà (1980)
Una moglie, due amici, quattro amanti (1980)
La dottoressa ci sta col colonnello (1980) L’infermiera di notte (1979) L’insegnante viene a casa (1979) La soldatessa alle grandi manovre (1978) L’insegnante va in collegio (1978) La soldatessa alla visita militare (1977) La dottoressa del distretto militare (1976)

Gino Pagnani

(1927, Roma – 2010, Magliano Sabina)

Gli inizi di Gino Pagnani (Luigi Pagnani Fusconi) sono segnati soprattutto dalla partecipazione a vari film con Franchi e Ingrassia. Notevole comunque anche la sua attività cabarettistica.

Filmografia parziale di Gino Pagnani

La dottoressa preferisce i marinai (1981)
La dottoressa di campagna (1981)
Con la zia non è peccato (1980)
L’infermiera nella corsia dei militari (1980)
L’insegnante al mare con tutta la classe (1979)
Sabato, domenica e venerdì (1979)
Il marito in collegio (1977)
La cameriera nera (1976)
Classe mista (1976)
La clinica dell’amore (1976)
Cuginetta… amore mio! (1976)
La professoressa di scienze naturali (1976)
Amore mio spogliati che poi ti spiego… (1975)
L’educanda (1975)
Amore mio non farmi male (1974)
Bella, ricca, lieve difetto fisico cerca anima gemella (1973)
Giovannona coscialunga, disonorata con onore (1973)
Quel gran pezzo della Ubalda tutta nuda e tutta calda (1973)
La signora è stata violentata (1973)
Mazzabubù… quante corna stanno quaggiù? (1971)

Gastone Pescucci

(1926, Certaldo – 1999, Firenze)


Oltre a essere un bravo caratterista, Gastone Pescucci è stato anche un ottimo doppiatore, soprattutto di cartoni animati.

Filmografia parziale di Gastone Pescucci

Io, tu e tua sorella (1997)
Sesso e volentieri (1982)
Pierino il fichissimo (1981)
Il marito in collegio (1977)
Taxi Girl (1977)
La dottoressa sotto il lenzuolo (1976)
La professoressa di scienze naturali (1976)
Le seminariste (1976)
Voto di castità (1976)
La moglie vergine (1975)
La poliziotta fa carriera (1975)
La supplente (1975)
Il vizio di famiglia (1975)
Peccati in famiglia (1975)
Sesso in testa (1974)
Boccaccio (1972)
Finalmente… le mille e una notte (1972)
Novelle galeotte d’amore (1972)

Dino Cassio

(1934, Bari – 2012, Roma)


Nel 1964 è entrato a far parte del gruppo dei Brutos, che gli ha permesso di raggiungere la notorietà. Tra gli ultimi film a cui Dino (Leonardo) Cassio ha partecipato, ricordiamo “L’allenatore nel pallone 2” (2008, Sergio Martino) e “Un’estate al mare” (2008, Carlo Vanzina).

Filmografia parziale di Dino Cassio

Finalmente… le mille e una notte (1972)
Le seminariste (1976)
La poliziotta della squadra del buon costume (1979)
L’insegnante al mare con tutta la classe (1980)
La liceale al mare con l’amica di papà (1980)
La dottoressa ci sta col colonnello (1980)
La moglie in bianco… l’amante al pepe (1981)
L’onorevole con l’amante sotto il letto (1981)
Una vacanza del cactus (1981)
Pierino contro tutti (1981)
Pierino medico della Saub (1981)
La sai l’ultima sui matti? (1982)
Vieni avanti cretino (1982)
Pierino colpisce ancora (1982)
Occhio, malocchio, prezzemolo e finocchio (1983)

2 commenti

  1. Ma come, in un articolo sui caratteristi del cinema italiano manca Ennio Antonelli?!?! Peccato, perché il pezzo è altrimenti veramente esaustivo, anche se magari ci sarebbe potuto stare anche Umberto D’Orsi.
    Mettere la Merlini tra i caratteristi mi pare un po’ ingeneroso, ma giustamente nel trafiletto che ne parla le viene resa giustizia.
    Jimmy il Fenomeno esordì nel pasoliniano La Commare Secca (firmato da Bertolucci, ma pare che Pasolini contribuì molto anche alla regia), si vede nella scena finale della balera!

  2. Da aggiungere sicuramente anche Guido Nicheli, indimenticabile “cumenda”

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati con *

Dichiaro di aver letto l'Informativa Privacy resa ai sensi del D.lgs 196/2003 e del GDPR 679/2016 e acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità espresse nella stessa e di avere almeno 16 anni. Tutti i dati saranno trattati con riservatezza e non divulgati a terzi. Potrò revocare il mio consenso in qualsiasi momento, integralmente o parzialmente, con effetto futuro, ed esercitare i miei diritti mediante notifica a info@giornalepop.it

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*